Prima di entrare nel merito della news di questa settimana e di parlare della nuova legge elettorale consentitemi di rivolgere un augurio particolare a quanti credono nel Partito Democratico, lo hanno costruito e vi si dedicano ogni giorno con passione, intelligenza e generosità. Auguri PD per i primi 10 anni.

LEGGE ELETTORALE - Abbiamo approvato alla Camera il testo della nuova legge elettorale. Una legge che non corrisponde a quello che per me è il modello ideale; ma certamente è migliore rispetto al proporzionale puro, diverso tra Camera e Senato, che avremmo se si andasse a votare domani con le leggi della Consulta. L'obiettivo che ci siamo dati, è accompagnare l'Italia alle elezioni di primavera con un sistema ordinato, chiaro e che restituisca la possibilità di scelta ai cittadini. Ci saranno piccoli collegi territoriali uninominali (chi prende un voto in più, vince), liste corte con nomi visibili tutti stampati sulla scheda, possibilità di coalizioni, soglie di sbarramento per le coalizioni (10%) e per le singole liste (3%). Un netto miglioramento rispetto alla condizioni di oggi.
Il dossier: clicca qui
 
DEF - Via libera del Parlamento al "Def" (Documento di economia e finanza), il testo su cui vengono fissati i pilastri della legge di bilancio per l'anno 2018. Si stabilisce - solo per citare alcune delle tante cose che vengono affermate - l'eliminazione dell'aumento dell'IVA, incentivi agli investimenti pubblici e privati, il potenziamento dei fondi per finanziare il reddito di inclusione, il rinnovo contrattuale del pubblico impiego, prorogare la riduzione al 10 per cento della cedolare secca sugli affitti abitativi, insistere sulle politiche a sostegno delle famiglie (in particolare quelle con più figli a carico) e della ripresa delle nascite, promuovere incentivi per le assunzioni di giovani
Lo speciale: clicca qui
 
DIRITTO FALLIMENTARE - Una riforma importante per il mondo dell'impresa e dell'economia: è quella del diritto fallimentare approvata in via definitiva dal parlamento con il voto del Senato, che va modificare un impianto fermo agli anni '40. Grazie a questo provvedimento, si anticipano le procedure di allerta, si cerca di prevenire il rischio default quando è ancora possibile e si colma la lacuna che riguardava i gruppi di imprese. Misure che allineano l'Italia ai criteri che ispirano in materia gli altri Stati europei e che aiuta a sostenere la ripresa economica e le aziende in difficoltà.
Il testo della legge: clicca qui
 
BORGHI E PAESI, UNA LEGGE PER SOSTENERE I "PICCOLI" - Dopo 3 legislature andate a vuoto, finalmente approvata la legge a sostegno dei piccoli comuni italiani al di sotto dei cinquemila abitanti. Un aiuto concreto a quei borghi, anche del nostro territorio, che sono parte fondamentale della nostra identità locale e nazionale (in cui vivono oltre 10 milioni di italiani). Previsti un finanziamento di 10 milioni di euro nel 2017 e di 15 milioni all’anno dal 2018 al 2023, con i quali si potranno riqualificare i centri storici, investire sulla banda ultra-larga, promuovere le produzioni locali, contrastare il dissesto idrogeologico, puntare sul turismo, sostenere i nostri cammini. Uno strumento aggiuntivo per tutelare e valorizzare comunità che rendono unica la nostra terra
Il dossier: clicca qui
 
CONTRO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE - In Italia ci sono almeno 3 milioni di persone disabili: eppure sono ancora troppe la barriere che impediscono loro di accedere a molti luoghi. Abbiamo per questo approvato una legge che ha lo scopo di aggiornare le disposizioni già in vigore, adeguandole ai cambiamenti tecnologici avvenuti in questi anni e ai principi della progettazione universale stabiliti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Una buona legge, che mi auguro che il Senato approvi in questi ultimi mesi
 
 
STOP ALLE MINE ANTI-UOMO - Abbiamo approvato definitivamente una legge che magari non fa notizia, ma in realtà ha risvolti umanitari e simbolici importanti. Si tratta della legge per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo. Un provvedimento che rientra nell'ambito di una serie di convenzioni internazionali a cui si affianca un apposito fondo istituito in Italia per lo Sminamento Umanitario in modo da realizzare programmi integrati relativi allo sminamento.
Il dossier: clicca qui
 
Per questa settimana è tutto
 
Un abbraccio

Emanuele
LINK:
HOME |  BLOG |  ESPERIENZEDOSSIER
Modifica la sottoscrizione    |    Leggi online
Emanuele Lodolini
X