Sarà un Natale diverso. Questo, spero, ci sia oramai chiaro. E gennaio sarà un mese difficile ma decisivo. Così come lo sarà il nuovo anno il 2021. Questo forse ci é meno chiaro.

Difficile perché qualcuno parla, con cognizione di causa, del rischio terza ondata.

Decisivo perché arriverà il vaccino. Una svolta. Il dibattito sarà incentrato sull’organizzazione e la somministrazione dello stesso. Ma parlare di questo significherà ragionare di economia, crescita e rilancio. Non solo di salute. Temi fondamentali.Per uscire definitivamente dall’incubo Covid e ripartire da un punto di vista economico tornando ad essere competitivi in Europa e nel Mondo, a mio avviso, dovremmo raggiungere la cosiddetta immunità di gregge il prima possibile. Prima rispetto ad altri Paesi. Per arrivarci è necessario, però, dotare di anticorpi almeno il 70% della popolazione. Quindi bisognerà vaccinare quante più persone possibile. Per me la strada maestra è l’obbligo (ho già fatto un post su questo) ma, se non dovesse essere questa la strada, servirà una sorta di “patentino” per accedere ai luoghi pubblici. Oltre ad un grande impegno di formazione e informazione nei confronti dei cittadini, soprattutto i più giovani. Vaccinarsi non è un atto di protezione individuale, vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile.Finché non saremo covidfree non ci sarà ripresa dell’occupazione, non ci sarà sicurezza sanitaria e nella scuola.Chi prima raggiungerà l’immunità di gregge sarà più forte.La lotta al virus richiederà a tutti noi ancora serietà, sacrifici, unità; ma possiamo e dobbiamo guardare al dopo, cominciare a costruirlo. Questa la sfida



Ti potrebbe interessare anche...
X