Ho aspettato qualche giorno prima di scrivervi.

Ho letto le centinaia di mail e sms ricevuti e penso di essere un uomo fortunato se sono circondato da tanto affetto.

Ci tengo a dire GRAZIEPerché la riconoscenza per me è un valore. Sempre. Quando le cose vanno bene e quando vanno male.

Grazie di cuore per quanto avete fatto, per il sostegno in una sfida difficile. Grazie a chi con me ci ha messo la faccia per davvero.

Alla fine restano l’affetto, la stima, la vicinanza, ben al di là del terzo posto in lista con 3308 preferenze che però non mi bastano per essere eletto in Consiglio regionale. Avere o meno un ruolo è stato determinante nell’elezione dei Consiglieri regionali. 

Grazie a Maurizio Mangialardi per l’energia, la grinta, la competenza che ha messo in questa battaglia. La sconfitta è netta e senza attenuanti. Non è responsabilità di Maurizio o degli ultimi cinque mesi. È responsabilità degli ultimi cinque anni.

Adesso tocca a Francesco Acquaroli dare prova di valore. Mi auguro che ci riesca, me lo auguro per le Marche.

Noi lavoreremo dall’opposizione.Io continuerò  a dare una mano al nostro territorio e alla nostra bellissima regione anche non avendo ruoli istituzionali e politici. L’ho già fatto in questi due anni dopo l’esperienza in Parlamento. Continuerò a farlo. Perché l’autorevolezza non te la dà il ruolo e il legame tra noi va oltre, è qualcosa di molto più profondo e bello.

Mai cedere al rancore, amici.  C’è chi fa politica contro, con l’invidia. Io ho sempre interpretato la politica come occasione per diffondere speranza e voglia cambiamento, umanità: ho negli occhi i luoghi e i volti di questa campagna elettorale. E dunque voglio invitare tutti voi innanzitutto a non abbandonarsi alla rassegnazione.

Per noi l’avversario era Acquaroli, per altri Lodolini. Rispondiamo con il sorriso. Per noi il potere è un mezzo non un fine. Troveremo un modo per non disperdere la bellezza di quello che avete fatto. Abbiamo fatto. Di quello che siete e che siamo. Ci sono centinaia di persone che credono a un altro modello di politica. Li abbiamo visti, li vedremo anche in futuro.

Ora però un passo alla volta e soprattutto: si possono perdere le elezioni, ma non si può perdere il buonumore, mai!

Vi abbraccio forte e vi invio un sorriso, il mio, quello che conoscete

Grazie mille 

Manu

28/9/2020



Ti potrebbe interessare anche...
X