“Le Marche nel cuore” è lo slogan scelto da Emanuele Lodolini per la prossima campagna elettorale per le consultazioni regionali. La scritta è accompagnata da un CrediAMOci con un cuore come logo.

Per Lodolini, dunque, il ritorno sulla scena politica come candidato del territorio, sostenuto fra gli altri dalla sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli. Al Parco di Posatora di Ancona il già deputato anconetano il 9 luglio scorso ha detto di voler cambiare passo alle Marche, suo obiettivo. Lo fa in nome di una discontinuità necessaria rispetto a questi ultimi cinque anni. “Lasciamo perdere le discussioni sui sondaggi, che peraltro lasciano il tempo che trovano, e concentriamoci sui problemi reali delle persone e sulle proposte – spiega Lodolini -. Per quanto riguarda il programma, ho fissato alcuni punti fermi”.

Dalla sanità alla salute, attraverso il potenziamento della Medicina nel territorio e delle reti cliniche Ospedale – Territorio – Dipartimento di prevenzione: un rafforzamento della sanità con investimenti tanto sulle strutture e le tecnologie quanto su personale e servizi, ospedalieri e territoriali.

Lodolini propone inoltre la riapertura dei Punti nascita in montagna stipulando magari accordi con le regioni limitrofe, la realizzazione delle Case della salute, gli Ospedali di comunità.

Bisogna tornare a dare valore alla prossimità che significa vicinanza alle comunità e ai cittadini, tanto più in una provincia che va con il Mare fino all’Appennino. “Parlo di servizi – ha detto Lodolini – per riavvicinare i territori, la costa e le aree interne e montane. Lo dico ad Ancona non lo dico per farmi bello in un Comune di montagna. Perché ci credo fortemente.“

Secondo pilastro, le Infrastrutture. Bene l’uscita dal porto di Ancona come da decisione delll’Anas con deliberazione del 4 giugno scorso. A detta del candidato PD, bisogna anche riprendere il discorso sulla terza corsia autostradale nel tratto Marche sud.

“Le piccole e medie imprese – prosegue Lodolini mettendo sul tavolo un altro tema cruciale- sono cuore pulsante di questa grande regione: più velocità, meno burocrazia, un piano di investimenti e un sempre più agevole accesso al credito sono i pilastri per una nuova crescita sostenibile”

“Bisogna infine accompagnare e sostenere il settore agroalimentare garantendo reddito alle imprese“

Cuore impegno e orgoglio, gli ingredienti di Emanuele Lodolini per tornare a far correre le Marche



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

X