Ci siamo, stiamo per passare un’altra tappa fondamentale verso il ritorno ad una nuova normalità, anche grazie agli sforzi e i sacrifici di questi mesi.

Dal 12 giugno saranno consentiti gli eventi e le competizioni sportive (a porte chiuse e senza pubblico) riconosciute di interesse nazionale.
Riprenderanno anche gli spettacoli all’aperto fino ad un massimo di 1000 persone e i cinema e i teatri con 200 persone al massimo, ovviamente nel rispetto della distanziamento e delle normative.

Da lunedì 15 riaprono le aree gioco per i bambini nei parchi e nellle ville. Sarà consentito l’accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone, nonni, baby sitter. Naturalmente sempre nel rispetto delle regole del distanziamento.
Anche l’accesso ai luoghi di culto sarà consentito con misure organizzative tali da evitare assembramenti e in base alle dimensioni dei luoghi.

Fino al 30 giugno restano vietati gli spostamenti da e per Stati e territori diversi da quelli dell’Ue salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Gli italiani potranno viaggiare solo nei Paesi della Ue, Gran Bretagna e Irlanda del nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano e, a partire da martedì 16 anche in Albania, Bosnia e Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia del nord, Serbia.



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

X