Visione e Coraggio, Emanuele Lodolini presenta il suo libro

Domenica 7 aprile, ore 17.30 all’Auditorium FIGC di Ancona (via Schiavoni, zona Baraccola), il già deputato racconterà le storie dei “marchigiani in volata”. Imprenditori, medici, magistrati, economisti, professionisti e sportivi “in lotta”, ogni giorno, contro la rassegnazione

Visione, ovvero la capacità di guardare oltre immaginando cosa accadrà, e coraggio, la predisposizione individuale che consente di superare le difficoltà qui e ora. Parla di questo il nuovo libro di Emanuele Lodolini. E lo fa attraverso voci e storie di “marchigiani in volata”, persone che stanno costruendo, più o meno consapevolmente, il futuro di questa regione.

Sanità, economia, legalità, cultura, turismo, enogastronomia, promozione territoriale, sport, resilienza: innumerevoli i temi trattati, cedendo appunto il microfono a quanti hanno qualcosa da dire in merito. Storie che ci parlano di valori, di coraggio, di presente e futuro, di competenze, di legami forti con il nostro territorio.

In copertina, il disegno di un ciclista realizzato dall’artista Carlo Cecchi. La prefazione è curata da Marco Scarponi, fratello del compianto Michele, l’Aquila di Filottrano, il campione di talento e umiltà che tanto manca alle Marche.

Non si parla di politica in senso stretto, in questo libro, ma di buone pratiche in un territorio alla ricerca di crescita, innovazione e un nuovo modello economico e sociale.

“Il libro vuole produrre riflessioni e insistere su alcuni temi per rendere un pó meno povero il dibattito pubblico attuale. Non è facile interrogarsi su come sarà il proprio Paese, e la propria regione, tra dieci, venti, cinquanta anni. Siamo presi da tante preoccupazioni che rischiamo di non occuparci delle questioni di lungo termine” ma occorre farlo. Il libro è un contributo a questo.

Lodolini è riuscito a confrontarsi con interlocutori dalle idee anche molto distanti dalle sue. “Perché solo così si cresce e si fa progredire un territorio”, sostiene.

“Questo libro un libro ottimista sul futuro delle Marche. Essere ottimisti oggi puó sembrare un atto di coraggio, ma nel libro spiego perché ci credo. Spero che il libro, nell’orgoglio di essere marchigiani, ci aiuti a vivere questa identità non nella lamentazione o rassegnazione ma nel desiderio di migliorare e di fare di più”.

Le interviste, in cui intervistatore e intervistato si alternano, sono state “immortalate” dal giornalista Matteo Tarabelli, contattato da Lodolini successivamente alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 per dar forma e sostanza all’idea del libro. Want to pla casino ? check ME. Affinità Elettive è la casa editrice che si è occupata di tramutare concetti e intuizioni in pagine e inchiostro. Domenica 7 aprile, ore 17:30, è in programma la presentazione ufficiale all’Auditorium FIGC di Ancona (via Schiavoni, zona Baraccola).

Le persone intervistate (in rigoroso ordine alfabetico):

Pietro Alessandrini, professore emerito dell’Università Politecnica delle Marche e presidente della fondazione Giorgio Fuà, Paolo Balercia, direttore del reparto di Chirurgia Maxillo Facciale degli Ospedali Riuniti di Ancona, Paolo Brunelli, il primo gelatiere d’Italia, Carlo Cambi, giornalista, scrittore e autore televisivo e radiofonico, Sara Casaccia, Ingegnere Biomedico con Dottorato di Ricerca in Misure meccaniche e termiche, Assegnista di Ricerca presso l’Università Politecnica delle Marche, Francesco Casoli, presidente del gruppo industriale Elica ed ex senatore della Repubblica Italiana, Carlo Cecchi, artista e pittore, Alessandro Delpriori, storico dell’arte e sindaco di Matelica, Giovanni Fileni, fondatore e presidente del gruppo Fileni, Milena Fiore, Patronessa del Salesi, Gabriella ed Elisabetta Gabrielloni, titolari del Frantoio Oleario Gabrielloni di Recanati, Bruno Garbini, già imprenditore avicolo e presidente Arca, Enrico Loccioni, imprenditore e fondatore, nonché presidente, dell’impresa Loccioni, Valeria Mancinelli, sindaca di Ancona e avvocato, Marco Menghini, agronomo, esperto di comunicazione e volto di Linea Verde, Gabriele Pagliariccio, medico chirurgo dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, impegnato in missioni umanitarie, Edi Ragaglia, magistrato ed ex consulente della Commissione nazionale antimafia, Errico Recanati, chef stellato titolare del ristorante Andreina di Loreto, Sergio Roccheggiani, architetto di Ancona, Luca Sabbatini, esperto di stampa 3d trasferitosi in Olanda da Offagna, Sandro Tiberi, artista e maestro cartaio di Fabriano, Emanuele Tondi, geologo esperto di terremoti, direttore della Sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino e sindaco di Camporotondo di Fiastrone, Giovanna Trillini, campionessa olimpica di fioretto e ora allenatrice in Nazionale e nel Club Scherma Jesi. Prefazione di Marco Scarponi.



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

X