ll futuro appartiene ai giovani, è a loro che bisogna dare tutte le possibilità per crescere e rendersi autonomi. Il Partito Democratico ha presentato oggi, sia alla Camera che al Senato, il progetto di legge “Credito Giovani” che permettere ai neo 18enni di avere a disposizione un fondo di 18mila euro (1.000 euro per ogni anno di vita).

A cosa servono questi soldi?
Per per fare formazione, avviare un’attività professionale, fare impresa, iscriversi ad un corso universitario o accendere un mutuo per una casa.

Chi potrà beneficiare di questo fondo?
La misura è universale ed è destinata ad una platea di 450-500mila persone, cittadini italiani e stranieri neo maggiorenni che abbiano conseguito l’obbligo formativo frequentando almeno 5 anni in scuole italiane o da stranieri e apolidi che acquistano la cittadinanza italiana entro i 19 anni. Oltre che per l’istruzione e la formazione, il beneficio viene concesso come aumento di capitale di rischio di piccole e medie imprese, per l’acquisto di pensioni a capitalizzazione o polizze vita, per il finanziamento di esperienze di volontariato all’estero.
In più secondo il ddl l’Inps potrà gestire il beneficio ed erogare un importo aggiuntivo del 20% in caso di progetti sottoscritti da due o più beneficiari.



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

X