Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/betautom/public_html/lodolini.it/wp-includes/wp-db.php on line 1942
Vitalizi: per fare chiarezza - Emanuele Lodolini - Deputato

Questa riflessione vuole provare a raccontare un pó meglio, di come si fa in queste ore, facendo un pó chiarezza sul tema vitalizi.

Iniziamo con una domanda semplice.

I vitalizi a uando sono stati aboliti? Nel 2011. Non ieri con la delibera di cui si parla in queste ore.

Fino alla 16^ Legislatura (quella in corso è la 18^) ogni parlamentare, una volta cessato il mandato, maturava il diritto ad una pensione che era calcolata sulla base di un sistema “retributivo”, ma con gradazioni diverse.

C’è stato un periodo in questo Paese, lungo, in cui era sufficiente essere membri del Parlamento per pochi mesi, anzi per pochi giorni, al fine di maturare il diritto ad un assegno mensile per tutta la vita e indipendentemente dagli anni compiuti al momento della cessazione dalla carica. Allucinante!

Tutto fu corretto progressivamente con il passare degli anni, fino alla definitiva eliminazione del vitalizio nel 2011.

All’epoca, per i parlamentari che lo sono stati fino al 1994 bastava un solo giorno di legislatura per godere per tutta la vita di un assegno mensile piuttosto robusto (si calcolava sulla retribuzione, non sui contributi versati); poi sono diventati 2 anni e sei mesi fino al 2006 e cinque anni per chi è stato eletto dal 2006 al 2012. Cambiato anche l’anno di partenza del vitalizio: senza limiti per gli eletti fino al 1994, 60 anni fino al 2006, 65 dal 2006 in poi.

Già dalla scorsa Legislatura (la 17^ 2013/2018), quella in cui sono stato parlamentare anche io, i Deputati non avevano diritto al vitalizio (giustamente!) ma ogni mese hanno, abbiamo, versato contributi previdenziali che daranno diritto a 65 anni ad una pensione di 900 euro lordi mensili, 500 netti. Contributi che si sommano agli altri contributi versati nel corso della vita lavorativa.

Con la delibera approvata ieri dall’ufficio di presidenza della Camera si è previsto semplicemente il ricalcolo con il sistema contributivo dei vitalizi per gli ex deputati.
Un’operazione giusta, certo. Ma che si espone a rischi reali. A meno che l’obiettivo non sia proprio questo da parte degli estensori della delibera. Rischia di essere annullata al primo ricorso.

Si sarebbe potuta seguire la strada che avevamo indicato nella scorsa legislatura: non una delibera applicabile solo alla Camera ma una legge, come quella di Matteo Richetti, da me sottoscritta e votata in Consiglio, che garantiva uguale trattamento tra ex deputati ed ex senatori.

 In Senza categoria



Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/betautom/public_html/lodolini.it/wp-includes/wp-db.php on line 1942
Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento


Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/betautom/public_html/lodolini.it/wp-includes/wp-db.php on line 1942

Warning: implode(): Invalid arguments passed in /home/betautom/public_html/lodolini.it/wp-content/themes/jupiter/framework/functions/general-functions.php on line 320
X