ANCONA – Il problema dei disservizi sulla tratta ferroviaria Ancona-Roma obbliga la regione Marche ad assumere una posizione forte, riprendendo in mano il contratto di servizio con Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana. Noi parlamentari del territorio, ne sono convinto, saremmo pronti a fare la nostra parte. Da utente sono stato testimone, per cinque anni, delle criticità di un servizio non sempre all’altezza degli standard minimi. Serve una svolta. Il Parlamento non ha trascurato la questione, al contrario ha spinto per il miglioramento apportato al materiale rotabile e per il raddoppio sulla tratta Montecarotto-Castelbellino-Castelplanio-Cupramontana.
La Orte – Falconara, del resto, è una delle infrastrutture più importanti e strategiche per la nostra regione, un vero ponte fra Ancona e Roma, fra l’Adriatico e il Tirreno, il cui collegamento è molto migliorato a livello stradale con il completamento dei lavori della Quadrilatero previsti per il prossimo luglio fra il nostro capoluogo e Perugia

 

 

 



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

X