Sono sette i miliardi investiti dai governi Renzi e Gentiloni nel comparto sicurezza, a garanzia di donne e uomini delle forze dell’ordine che, con competenza, passione e profondo senso del dovere, rischiano ogni giorno la propria vita per la nostra serenità. Non smetterò mai di ringraziarli.
Una cifra in netta controtendenza rispetto alla decurtazione di 3,6 miliardi operata nella legislatura precedente dal governo Berlusconi.
In questo mandato è stato infatti sbloccato il tetto salariale, sono stati rinnovati mezzi e dotazioni ed è stato definito un piano quinquennale per nuove assunzioni, oltre all’applicazione del bonus degli 80 euro mensili in busta paga (che ora, alla vigilia dell’appuntamento elettorale, sembra piacere anche a chi lo contestava aspramente, vedi M5S e Lega Nord).
La scorsa notte, inoltre, è stato approvato un emendamento alla legge di bilancio, a firma Pd, con il quale è stato finanziato l’aumento delle indennità accessorie relative all’espletamento dei servizi operativi per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.
E sappiamo bene che questo è solo un punto di partenza..



Ti potrebbe interessare anche...
X