Ancona – “La sicurezza era una priorità deI Governo Renzi e lo è del governo Gentiloni. Grazie al lavoro in Parlamento degli ultimi anni (gli 80 euro al settore, il riordino delle carriere, la riapertura della negoziazione) ritengo che entro l’anno, grazie all’intesa con i sindacati di Polizia, Forze armate e Vigili del fuoco, gli uomini e le donne che fanno parte del comparto riceveranno gli aumenti in busta paga a gennaio o al più tardi a febbraio.” A dirlo è l’On. Lodolini, membro della Commissione Difesa della Camera che ha sempre sostenuto la necessità di adeguare gli stipendi in particolare modo per chi opera in strada a rischio della propria incolumità personale per difendere i cittadini, i beni pubblici e privati. “Già nel Decreto Sicurezza abbiamo dato un indirizzo chiaro – ha aggiunto – in termini di riordino delle carriere e ritengo che, ad esempio per i Vigili del Fuoco, molto sollecitati anche in questa estate dopo lo straordinario contributo in occasione del Sisma che, vista l’emergenza straordinaria, li ha privati di riposo per mesi ed in costante stato di allerta anche in questa fase.” “Nelle Marche – ha concluso- abbiamo molti siti sensibili che vanno monitorati e pattugliati costantemente ed il lavoro sinergico di questore e prefetto ha reso il lavoro efficace e discreto. La presenza delle forze dell’ordine in strada invece che negli uffici, dà un senso di protezione e di sicurezza ai cittadini che hanno diritto di sentirsi giustamente tutelati.”

“Ferragosto è il giorno simbolo del riposo e delle ferie estive. Ma non è così per tutti. Il pensiero e il ringraziamento va, dunque, a chi si occuperà di noi, della nostra sicurezza, della nostra salute, del nostro svago e divertimento, della nostra sete di cultura e della mobilità”. Lo ricorda il deputato marchigiano Emanuele Lodolini con un messaggio di ringraziamento rivolto proprio alle persone che nella lunedì 15 agosto saranno al lavoro.

“Penso in primis alle Forze dell’ordine alle quali affidiamo la nostra sicurezza, ai Vigili del fuoco, Polizia municipale, Protezione civile, ai tantissimi operatori della sanità. È grazie al lavoro costante, e spesso invisibile, che si svolge nelle sale operative della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia municipale, dei Vigili del Fuoco e del 118, grazie allo scambio continuo di informazioni e alla rapidità degli interventi che si attivano in caso di emergenza, che la nostra comunità puó sentirsi tranquilla tutti i giorni dell’anno”



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

X