ROMA – Nel provvedimento che ha destinato 47 milioni di risparmi realizzati dalla Camera dei Deputati alle popolazioni colpite dal sisma, sono emerse delle incongruità, tra cui la questione della busta pesante per i dipendenti di aziende private o enti pubblici il cui domicilio fiscale sia fuori dal cratere.

Per risolvere tale incresciosa situazione che penalizza molti marchigiani compresi i pensionati dei 131 comuni del cratere, avendo l’Inps sede a Roma, è stato presentato un pacchetto di emendamenti al Decreto sulla Coesione Territoriale in discussione a Montecitorio.

“L’esame del provvedimento è ancora agli inizi, inizia oggi l’iter in Commissione Bilancio, ed è possibile che il Governo nel frattempo decida di intervenire con un nuovo Decreto sulla materia del terremoto alla luce dei tragici avvenimenti delle ultime settimane” – ha detto l’On. Lodolini tra i parlamentari del Centro-Italia firmatari della proposta.

“In questo caso le problematiche che noi abbiamo inteso rappresentare con i nostri emendamenti potrebbero e dovrebbero trovare una più consona collocazione in questo provvedimento del Governo, che avrebbe anche il pregio di essere immediatamente esecutivo”.

“E’ importante che i parlamentari delle regioni del Centro-Italia abbiano assunto un’iniziativa comune e unitaria che raccogliendo le esigenze dei cittadini coinvolti, darà un contributo positivo anche all’azione dell’Esecutivo” – ha concluso.



Ti potrebbe interessare anche...
X